lunedì 24 agosto 2015

Se un uomo ti fa ridere, tu inizia a preoccuparti

Nessun commento:
 

Quando esci con qualcuno speri sempre che sia per lo meno “simpatico”, no, non nel senso di quando chiedi “è carino?” e la tua amica ti risponde “è tanto simpatico”, e nemmeno nel senso di quando ti ritrovi a dire “simpatico” ad un caso umano che passa il suo tempo a ridicolizzare se stesso giocando al giullare di corte.

Parlo di quando cerchi uno svago, un’ora leggera con uno che sappia tirarti fuori per lo meno una risata onesta, spensierata e cosa più importante vera. Poi succede che ad una risata, ne segue un’altra e un’altra ancora e lui tiene il tempo di quell’ironia serrata, brillante, intelligente come se non sapesse fare altro, come fosse un mestiere e se arrivate a quel punto, allora, dovete iniziare a preoccuparvi. Non perché banalmente come tutte le cose seducenti crea dipendenza ma perché chi pratica l’ironia, chi non può fare a meno di ridisegnare la realtà, svilirla e innalzarla con i suoi punti di vista scioccati e brillanti è una persona pericolosa.

Le persone ironiche sono diverse, hanno la capacità di smuovere l’umore degli altri sperando di distrarli, sperando di difendersi grazie al potere innato di saper ridicolizzare la banalità come l’eccellenza e il sublime. L’ironia è l’arma dei cervellotici, dei pensatori che si sono sporcati le mani con la vita e non sanno ancora se ne sono i re o le vittime. L’ironia è una droga, un riflesso incondizionato, uno spasmo involontario, che nasconde tutto, mistifica tutto perfino la rabbia più nera, basta concentrarsi sul tempo, incastrare le battute, aspettare la reazione dell’altro e ricominciare, sempre più sottili, sempre più potenti.


Quindi amiche se incontrate un uomo che sa davvero farvi ridere iniziate a preoccuparvi.



Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget
 
© 2012. Design by Main-Blogger - Blogger Template and Blogging Stuff